Premio Nobel per la letteratura 2015 a Svetlana Aleksievic

22Il premio Nobel per la letteratura 2015 è stato assegnato a Svetlana Aleksievic per la sua “opera polifonica, un monumento al coraggio e al dolore della contemporaneità”.
Scrittrice, saggista e giornalista per metà ucraina e per metà bielorussa, Svetlana Aleksievic ha dedicato proprio alla Bielorussia il prestigioso riconoscimento assegnatole dall’Accademia di Svezia.
«Non è un premio per me, ma per la nostra cultura, per il nostro piccolo paese, che è stato messo nel tritacarne della storia». E alla domanda su che cosa ne farà della borsa del premio ha risposto: «Non ci ho ancora pensato. Comunque i soldi li uso in un solo modo, compro la libertà.»
Nei suoi libri la giornalista ha raccontato il crollo dell’Unione Sovietica, la fine del comunismo, la nascita di una “nuova Russia” e tutto tramite centinaia di interviste che evocano la realtà storica di un popolo che ha subito i danni delle guerre. Le sue opere, tradotte in oltre venti lingue, hanno dato voce ai sopravvissuti, a tutti coloro che sono i reduci di quegli orrori e che ancora ne pagano le conseguenze soprattutto dal punto di vista psicologico. Sono racconti corali che attraversano la vita di intere generazioni, piccole storie di gente comune.
Tempo di seconda mano è il suo ultimo libro pubblicato in Italia da Bompiani, in cui racconta la quotidianità in seguito alla dissoluzione dell’Urss attraverso i protagonisti della storia come contadini, studenti, operai e intellettuali. Subito dopo la proclamazione del premio, Svetlana Aleksievic si è così espressa: «Mi sono subito sentita circondata da grandi ombre, come Bunin o Pasternak, è un sentimento da un lato fantastico e dall’altro inquietante».

 


Categories: Attualità, Best Seller, Letteratura, Libri, Saggistica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *